Berlino è una città che è possibile visitare in 2 giorni. E’ facilmente raggiungibile dai due aeroporti:

–  Berlino – Tegel, a circa 8 Km dal centro facilmente raggiungibile tramite bus. Consiglio di fare qui la tessera valida per tutti gli spostamenti o all’ufficio informazioni o nelle macchinette self service.

Berlino – Schönefeld, a circa 18 km dal centro collegato con metro, bus e treno.

Lingua ufficiale: tedesco. Moneta: euro.

Cosa vedere.

  • Brandenburg Tor, Porta di Brandeburgo: 26 metri di altezza e 65 metri di larghezza in stile neoclassico e vicina ai monumenti più famosi, è il simbolo di Berlino. Fino al 1918 poteva essere varcata solo dai reali. Dopo essere stata distrutta durante la II Guerra Mondiale, quando è stato costruito il muro di Berlino nel 1961, si ritrova in terra di nessuno tra Est e Ovest, fino all’abbattimento del muro. Da questo momento in poi torna ad occupare il suo ruolo.

  • Berliner Dom, il Duomo: situato nel Mitte, quartiere del centro storico della città. Pur essendo una Cattedrale non è mai stato sede di un vescovo che invece risiede nella Chiesa di Santa Maria, Marienkirche, la principale chiesa protestante di Berlino. 

  • East Side Gallery, il Muro di Berlino: “frontiera” tra Berlino Est e Berlino Ovest abbatutto il 3 ottobre 1990. Nella ex Berlino Est, 1,3 Km di street art formata da oltre cento dipinti nati per celebrare un nuovo capitolo di storia. Alcuni esistevano anche prima della caduta, solo sul lato ovest, attrazione per berlinesi e turisti. 

  • Oberbaumbrücke, il Ponte Rosso: sullo Sprea, fiume che attraversa la città, passaggio tra Est e Ovest, simbolo della riunificazione tedesca. 

  • Markthalle Neun: nel quartiere Kreuzberg nella Berlino Ovest, mercato coperto dove mangiare street food. Maggiori informazioni su orari e menù qui.

  • Potsdamer Platz: centro commerciale di Berlino con negozi e grattacieli. Prende il nome dalla vicina città di Potsdam che dista da Berlino soli 25 Km, essendo l’incrocio di strade che portano proprio a questa città.

  • Jüdisches Museum, Museo Ebraico: museo sensoriale progettato dall’architetto Daniel Libeskind, nato per raccontare la storia degli ebrei. La sua struttura è formata da tre linee che si intersecano formando una stella di David decomposta e destrutturata,  una sorte di fulmine. Tre linee che rappresentato l’asse dell’Olocausto, l’asse dell’Esilio e l’asse della Continuità. Ognuno di questi assi terminano rispettivamente nella Torre dell’Olocausto, nel Giardino dell’Esilio e all’installazione Foglie Cadute. Con la visita si percepisce la difficoltà e la sfida della storia ebraica. Ingresso: € 8. Orario: tutti i giorni ore 10-20.

  • Alexanderplatz: nel quartiere Mitte, chiamata così in onore della visita nel 1805 dello Zar russo Alessandro I. Qui è presente il famoso orologio che indica tutti gli orari del mondo.

  • Olympiastadion: costruito per le olimpiadi del 1936 e inaugurato da Hitler. Qui l’Italia ha vinto i mondiali di calcio del 2006.

  • Torre della televisione: nel quartiere Mitte, 368 metri di altezza, edificio più alto della Germania, è la torre per le antenne trasmittenti radiotelevisive. All’ultimo piano è presente un ristorante girevole. E’ un capolavoro politico e tecnico della Germania Occidentale, dimostrazione di forza ed efficienza del sistema socialista, simbolo di Berlino capitale della nuova Germania Democratica. Fa parte dello skyline di Berlino.

  • Palazzo del Reichstag: Parlamento del Reich tedesco fino agli anni della Germania nazista.

  • Bundetstag: parlamento federale tedesco., accanto al palazzo del Reichstag. Qui è possibile visitare il Dome, la famosa cupola con vista sulla città. Ingresso: gratuito con prenotazione online o in loco presso l’ufficio informazioni che si trova di fronte l’ingresso. Orari: tutti i giorni ore 8-24, ultimo ingresso ore 21.45.

  • Tiergarten: parco nella zona centrale di Berlino il cui viale principale arriva alla porta di Brendeburgo.

  • Dalì Exhibition: a Leipziger Platz, più di 45o opere originali di Dalì, soprattutto bozzetti forniti da collezionisti privati da tutto il mondo. Consigliata la guida. Ingresso: € 19,50 con guida. Orari: tutti i giorni ore  12-20, luglio e agosto ore 10-20.
  • Campo di concentramento Sachsenhausen: a 30 km di distanza da Berlino, a Oranienburg si arriva con un treno e infine l’autobus 804 o facendo un percorso a piedi di circa 20 minuti, lo stesso  percorso che facevano i deportati. Ingresso: gratuito, audioguida € 3. Orari: chiuso il lunedì. Da marzo a ottobre ore 08.30-18, da ottobre a marzo ore 8.30-16.30.

Cosa comprare: da mangiare subito e da portare a casa, i wurst, le salsicce tipiche tedesche. Se vi trovate a Berlino nel periodo della Berlinale, 11 giorni di Festival del Cinema che si svolgono nel mese di febbraio, e siete amanti del cinema, non potete tornare a casa senza un souvenir con il famoso orso.

Berlino, la più grande stravaganza culturale che si possa immaginare.
David Bowie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.