Corsica on the road: Porto Vecchio

Corse-du-sud: la mia terza tappa corsa. Portivechju, in lingua corsa, è il terzo comune più grande della Corsica dopo Ajaccio, la capitale, e Bastia, ed è una delle località maggiormente frequentate, soprattutto nel periodo estivo. Non amo il turismo selvaggio, ma qui ho trovato un giusto compromesso. Un borgo tutto genovese, circondato da bastioni, dai vicoli e case di una pietra di nome porfido. Genovese perché la sua costruzione è

Corsica on the road: Aléria.

Dopo aver noleggiato l’auto e aver fatto un giro veloce alla Citadelle de Bastia inizia la mia Corse on the Road. Guidando verso sud e facendo molta attenzione agli autovelox (anche se non è servito molto visto la multa arrivatomi al rientro a casa) finalmente la mia seconda fermata: Aléria. Ho scoperto questa città facendo delle semplici ricerche online, cercavo un luogo carino che fosse a metà strada dalla mia

Corsica on the road: Bastia

Il mio viaggio in Corsica inizia a Livorno, all’imbarco della Corsica Ferries. Quattro ore, tempo che non è così infinito come sembra al momento della prenotazione, una navigazione dove poter osservare le isole d’Elba e Capraia prima di giungere a Bastia. Finalmente quasi all’improvviso, eccola la costa corsa: la realizzazione di un sogno, il mio sogno chiamato Corsica. Un territorio montagnoso e tante casette bianche arroccate su questo territorio. Non

Rue de Corse – Corsica on the road

Chi non ha una città, una regione, uno stato, un luogo particolare del desiderio che pur non avendolo mai visitato sogna di farlo per tutta una vita? C’è chi ha il sogno americano, chi sogna un on the road in Australia, chi il safari in Sudafrica, chi fantastica sui paesi orientali o quelli latini. Io tra questi ne avevo uno molto più vicino. Lo chiamerei il sogno selvaggio francese: la

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.